La grande (?) fuga…

Buonasera a tutte/i,

questa sera, a Cercola, era fissato in prima convocazione il Consiglio Comunale ed erano previsti all’ordine del giorno i seguenti punti:

  1. Approvazione Regolamento comunale per l’applicazione del canone unico patrimoniale. L. n. 160/2019.
  2. Discussione in merito al parere non favorevole dell’Organo dei Revisori dei Conti, verbale n. 9 del 07/06/2021.
  3. Discussione criticità personale dell’Ente comunale.

A questa convocazione si è arrivato dopo diversi tentennamenti e dopo aver incassato ben due pareri negativi dei Revisori dei Conti al Bilancio di previsione 2021/2023 ed al Piano Triennale del Personale (si rimanda ai nostri precedenti articoli “I conti continuano a non tornare…” e “I funzionari che… non funzionano!” per comprendere i capolavori combinati!)

Nonostante in conferenza di capigruppo del giorno 06/07/2021 si sia proposto di fissare il consiglio per il giorno 21/07/2021 il Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Carrotta ha convocato in quella data la nuova conferenza dei capigruppo per fissare il consiglio che si è tenuto stasera.

In tale conferenza si è raggiunto un primo accordo per effettuare il consiglio il 28 e 29 luglio con i seguenti due punti all’ordine del giorno:

  1. Discussione in merito al parere non favorevole dell’Organo dei Revisori dei Conti, verbale n. 9 del 07/06/2021.
  2. Discussione criticità personale dell’Ente comunale.

Il giorno successivo ci veniva chiesto dal Sindaco di posticipare ulteriormente il Consiglio al 02/08/2021 a causa di impegni improcrastinabili. A quel punto abbiamo chiesto al Presidente del Consiglio Comunale di verificare se era possibile anticipare la seduta e siamo giunti alla data della convocazione odierna.

In occasione della diramazione dell’avviso di convocazione ci siamo accorti della presenza di un punto non previsto messo tra l’altro come primo punto all’ordine del giorno prima di quelli richiesti da oltre 20 giorni dalla minoranza.

In particolare veniva aggiunta l’approvazione di un regolamento che, nonostante fosse pronto almeno dal giorno 01/07/2021 anche con il parere, questa volta positivo, dell’organo di revisione, veniva “scoperto” dal Presidente solo in occasione della convocazione del consiglio comunale.

La minoranza ad inizio seduta chiedeva comunque l’inversione dei punti all’ordine del giorno spostando il Regolamento al terzo punto in modo da dare precedenza ai punti richiesti dalla minoranza.

La richiesta è stata bocciata e ci siamo trovati ad ascoltare una relazione molto scarna, a tratti comica dell’assessore al ramo, (pensate che lo stesso ha riferito che si tratta di un obbligo da assolvere entro il 31/07/2021 dimenticando che a faglielo notare erano stati i Revisori!), abbiamo partecipato per quanto possibile alla discussione del regolamento e poi eravamo pronti a dibattere della sonora bocciatura del bilancio di previsione ed i suoi allegati a cui dopo qualche giorno è seguita la bocciatura del piano triennale del personale nonché delle criticità in cui ormai versa il personale del nostro ente.

A quel punto il consigliere Riccardo Meandro adducendo lo spostamento dal confronto politico a quello giudiziario avvenuto a seguito di querele e denunce da parte della minoranza ha invitato la maggioranza ad abbandonare l’aula facendo venir meno il numero legale.

Ovviamente riteniamo tale comportamento assolutamente disdicevole e pretestuoso messo in scena solo per evitare il confronto su due pareri a documenti approvati dalla giunta che davvero offendono l’intelligenza dell’intero Consiglio Comunale per i contenuti IRRICEVIBILI attestati dal Collegio dei Revisori dei Conti.

Nonostante l’assessore abbia asserito che ormai è pronto il nuovo bilancio, per cui discutere del vecchio è ormai fuori luogo (come se l’avesse fatto qualcun altro!) possiamo dire senza timore di smentita che la brutta figura rimediata con i due pareri NON FAVOREVOLI resterà nella storia e nel curriculum di questa amministrazione.

Dobbiamo desumere che, probabilmente, quando si sono approvati il Regolamento al primo punto all’ordine del giorno la notizia delle querele e denunce non era ancora arrivata per cui non si è ritenuto di dover abbandonare l’aula…

Complimenti davvero… una pantomima molto ben orchestrata!

Alla prossima…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.