Resoconto Consiglio Comunale del 30/12/2021: L’opera dei pupi…

Buongiorno a tutte/i e buon inizio 2022,

alla fine dello scorso anno c’é stato un consiglio comunale che per motivazioni legate all’aumento dei contagi è stato svolto in videoconferenza.

La seduta consiliare prevedeva diversi argomenti all’ordine del giorno e per alcuni di essi, come sempre, per recuperare tutti gli allegati si è dovuta attivare la solita “caccia al tesoro” pur di poter affrontare in maniera esauriente gli argomenti stessi (e comunque alla data di stesura di questo post mancano ancora alcuni allegati!).

Questo malcostume risulta insopportabile in quanto nella preparazione dei fascicoli per i consigli comunali nonostante ci si trovi dinanzi a passaggi all’interno dei documenti come: “vista la nota n° XXXX del YYYY” non si può e non si deve omettere la produzione della nota stessa costringendo i consiglieri a dover richiedere le citate note che non sempre pervengono in tempo utile!

Nonostante diverse segnalazioni in merito sembra che sia difficile da comprendere…

Nel merito del consiglio comunale ai primi quattro punti all’ordine del giorno erano iscritte quattro interpellanze afferenti al mondo della scuola scaturenti da tante lamentele e richieste delle cittadine e cittadini.

In particolare si chiedevano spiegazioni relativamente ai seguenti punti:

  • Sicurezza e decoro, entrata/uscita scuole cittadine (interpellanza n° 20514 del 02/11/2021 visibile qui)
  • Mancata conclusione della gara relativa alla refezione scolastica (interpellanza n° 20569 del 03/11/2021 visibile qui);
  • Nido d’infanzia intecomunale dell’Ambito N24 (interpellanza n° 20843 del 05/11/2021 visibile qui)
  • Possibile riattivazione del servizio trasporto scolastico (interpellanza n° 20845 del 05/11/2021 visibile qui con allegato)

Si tenga presente che alcune di tali interpellanze erano già state sottoposte oralmente e con richiesta di risposta scritta già nei precedenti consigli ma si è sempre rinviato senza rispondere.

All’ultimo consiglio del 3 dicembre 2021 nonostante l’iscrizione all’ordine del giorno ben 9 interpellanze a firma del nostro portavoce si è invocata l’inversione dei punti all’ordine del giorno e poi a fine del consiglio si è richiesto il rinvio.

Per il consiglio del 30 dicembre 2021 si è concordato con la Presidenza di procedere alla sola discussione della metà delle interpellanze per cui si è preferito dare priorità agli argomenti inerenti la scuola.

Al minuto 1.11 del Consiglio del 30 dicembre la consigliera Fabiana Roffo, nel suo pieno diritto come previsto dal regolamento, ha proposto l’inversione dei punti all’ordine del giorno con la seguente dichiarazione: “Volevo proporre un’inversione dei punti all’ordine del giorno. Data la rilevanza dell’argomento bilancio che è stata anche oggetto di accese discussioni in consiglio e fuori proporrei di posporre le risposte alle interpellanze dopo aver discusso sul bilancio“.

Ebbene, tale inversione, votata a maggioranza, avrebbe potuto anche essere compresa se non ci fossero stati i precedenti rinvii e soprattutto se la stessa consigliera, insieme ad altri consiglieri, giunti alla discussione delle interpellanze non fosse andata via facendo venir meno il numero legale ed impedendo di fatto la risposta alle interpellanze.

L’Assessore delegato Avv. Luigi Di Dato invece di rispondere ha asserito a più riprese che è pronto a rispondere in ogni sede (ma in consiglio evidentemente no!) addirittura rimandando alle commissioni.

Si rammenta all’Assessore che si sta parlando di cose “normali” come un maggiore controllo e decoro fuori ai plessi scolastici in concomitanza con l’entrata e uscita delle scolaresche, del mancato avvio della gara della mensa scolastica, della valutazione del ripristino del trasporto scolastico e dell’eventuale riattivazione del nido comunale d’infanzia, cose importanti per la nostra comunità per le quali una risposta andrebbe data, non tanto al nostro portavoce in consiglio, ma almeno, attraverso di lui a tutti i cittadini e soprattutto bambini che si vedono negati, senza uno straccio di motivazione apparente, dei legittimi diritti garantiti ovunque tranne che a Cercola.

Inutile dirvi che dopo un balletto sul permanere del numero legale (c’era / non c’era!) a seguito dell’allontanamento di alcuni consiglieri (Sindaco compreso!) non si sono potute ricevere risposte dall’Assessore. Abbiamo richiesto la trattazione dei punti al prossimo consiglio sperando di poterne effettivamente discutere ed averne risposta!

Non ci dilunghiamo sul resto del consiglio rinviandoVi al video a fine pagina in modo da vedere e valutare con i Vostri occhi tutto l’accaduto…

Relativamente agli altri punti all’ordine del giorno, a nostro avviso, si è attivata la modalità “muro di gomma” che prevede che si facciano parlare i consiglieri di minoranza e si proceda con numeri “bulgari” ad approvare ogni cosa!

Ovviamente grazie alla diretta streaming di necessità causa COVID (in quanto per le riprese ordinarie dei consigli si attende ancora l’approvazione di un fantomatico regolamento!) ognuno potrà farsi una sua idea di quanto accade in ogni consiglio comunale anche in presenza!

Alla prossima…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.