Mi raccomando… rivotateli, eh!?!

Questa sera, prima di andare al voto, Vi parliamo di commissioni consiliari analizzando retrospettivamente l’ultimo quinquennio.

Cominciamo con il comprendere cosa siano e soprattutto a cosa servono e per farlo consultiamo l’art. 22 dello statuto comunale:

Dalla lettura di tale articolo si comprende che non si tratta di organi di second’ordine ma che esse rappresentano, se ben usate, strumenti indispensabili in quanto “hanno lo scopo di semplificare e velocizzare le delibere di approvazione“.

Nell’ultimo quinquennio il Comune di Cercola si è avvalso di ben 7 commissioni consiliari costituite con apposito decreto n° 1 del 24/10/2013 e rettificate con il successivo decreto n° 2 del 30/10/2013 emessi dal Presidente del Consiglio Comunale. C’è da segnalare che il capogruppo PD ha segnalato a suo tempo di non voler partecipare alle commissioni per motivi di ordine politico. Il capogruppo PDL invece ha dichiarato di voler partecipare alle commissioni con la pregiudiziale che esse funzionassero effettivamente.

Pertanto alla luce di quanto esposto le commissioni sono riassumibili secondo il seguente schema:

Intanto grazie alla pubblicazione della determina 763 del 10/12/2015 e della determina 645 del 11/09/2017 veniamo a conoscenza che nel periodo che va dal 17/07/2013 al 31/10/2015 e dal 10/11/2015 al 27/07/2017 (praticamente in circa 5 anni) le commissioni consiliari hanno lavorato pochissimo o addirittura possiamo supporre che non abbiano lavorato per niente!

Di seguito riportiamo in forma riassuntiva le performances dei consiglieri nelle commissioni:

Da questa classifica di eccezionale produttività esoneriamo i consiglieri Paudice, e Grillo che hanno rinunciato a partecipare che insieme al consigliere Carrotta hanno anche rinunciato ad ogni emolumento relativo alla carica di consigliere.

Dei restanti abbiamo il record di 12 presenze per la consigliera Mollo ed il minimo di 0 (dico ZERO) per diversi consiglieri.

Potremmo fare una vera e propria classifica ma ci vogliamo soffermare su coloro che si (auto)definiscono “consiglieri uscenti” e che hanno deciso di continuare a partecipare alla competizione del prossimo 10 giugno…

I consiglieri evidenziati in giallo ossia BORRIELLO CIRO (UNA presenza in commissione in 5 anni), CALVANESE SALVATORE (SEI presenze in commissione in 5 anni), ESPOSITO GIORGIO (DUE presenze in commissione in 5 anni), GIACINTO CARLA (ZERO presenze in commissione in 5 anni), MAIONE DIEGO (UNA presenza in commissione in 5 anni) e SAVINO FRANCESCO (ZERO presenze in commissione in 5 anni).

Ebbene cari signori direi che il Vostro indice di produttività (rivolgendomi maggiormente ai consiglieri in maggioranza) non è proprio un bel biglietto da visita per riproporVi, non trovate?

Ci promettete di impegnarVi maggiormente in caso di prossima elezione?

Staremo a vedere…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.