Difensore Civico Regionale VS Decadenti Cercolesi - MoVimento 5 Stelle Cercola

Difensore Civico Regionale VS Decadenti Cercolesi

Altro giro di giostra!

Ieri gli attivisti di Cercola in MoVimento, insieme al Portavoce al Consiglio Regionale del MoVimento 5 Stelle Luigi Cirillo, hanno avuto un lungo e proficuo colloquio con il Difensore Civico della Regione Campania.  

Gli attivisti hanno avuto modo di dettagliare con cura tutta la questione, già ampiamente conosciuta nella nostra città e che coinvolge tutti i consiglieri di maggioranza e molti esponenti dell’opposizione, tranne pochissime eccezioni.

Precisamente risultano coinvolti 14 su 17 Consiglieri Comunali (Sindaco compreso!), che in tre sedute di prima convocazione del Consiglio Comunale sistematicamente non si sono degnati di presentarsi, in barba all’art. 27 dello Statuto Comunale “DOVERI DEL CONSIGLIERE”, in maniera concordata come dichiarato nel verbale di consiglio comunale del 31/03/2017 di cui riportiamo un estratto di seguito.

Estratto del verbale del Consiglio Comunale

Alcuni continuano imperterriti le loro assenze sia in prima e che in seconda convocazione e neppure in quest’ultimo caso viene attivata alcuna procedura di decadenza e nessuno s’impegna a far rispettare le regole (nè presidente del Consiglio Comunale, né maggioranza e neppure l’opposizione!).

Brevemente, Il problema riguarda:

–  TUTTI i gruppi politici che siedono in consiglio comunale,

–  la modalità di approvazione delle scelte che coinvolgono tutta la cittadinanza, in quanto tra la prima seduta e la seconda è prevista una MAGGIORANZA di DELIBERAZIONE diversa … giochetto da quattro soldi e da vecchia politica!.

Meglio precisare, a buon intenditore… poche parole, che:

  1. Tra Statuto e Regolamento il primo (STATUTO COMUNALE!) è fonte superiore, quindi risulta inutile palesare ovunque la discordanza e/o contraddizione con il secondo;
  2. I Regi Decreti, e bla, bla, bla sventolati, sono ancora più restrittivi dell’art. 27 del nostro Statuto Comunale;
  3. ancora, le sentenze si riferiscono tutte a situazioni ove i Comuni interessati non avevano adeguato gli Statuti o non si esplicitava la fattispecie, mentre il nostro Statuto risulta molto chiaro ed esaustivo al riguardo;
  4. a tutt’oggi arrampicarsi sugli specchi potrà risultare utile per perdere un pochino di tempo ma va ricordato che alla fine si scivola sempre;
  5. l’ART. 27 dello STATUTO COMUNALE per NOI è e sarà sempre un PILASTRO di democrazia da difendere … quindi evitate di fare “NGUACCHI” e non ci provate ad eliminarlo!

Gli attivisti di Cercola in MoVimento, precedentemente in data 6 ottobre 2017, si erano recati, insieme al Portavoce del MoVimento 5 Stelle al Senato della Repubblica Sergio Puglia, anche in Prefettura di Napoli, dove si è potuto affrontare e dibattere, in maniera esauriente, sulla questione.

Noi di Cercola in MoVimento non ci possiamo fermare perché è una questione di ETICA, di rispetto delle regole e della cittadinanza… anche consapevoli che ciò non porterà voti o consensi (e chi se ne frega! Questa resterà una vostra fissazione: voti, voti, voti solo voti)

Chi vivrà, VEDRA’! … delle belle prestissimo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *