Quando la "M" di Movimento sta anche per "MAGMA"... - MoVimento 5 Stelle Cercola

Quando la “M” di Movimento sta anche per “MAGMA”…

Buondì cari Cercolesi!

Oggi, in seguito a discussione avvenuta tramite web giorni addietro, vorrei proporvi una cosa tanto diversa quanto bislacca.

Tenendo presente il questionario “le tue idee per il programma” trovantisi sul nostro blog, c’è da notare una presenza di spazio libero, che, a quanto sembra parallelamente alla versione cartacea, sia un po’ ostica ai più. Nonostante ciò, si è voluto preservare tale spazio, Non frutto di una ovvia e tacita decisione, ma una scelta ponderata. Signori l’ombra è tetra, fredda e oscura, bisogna uscire e godere dei raggi solari sul proprio viso. Metafora a parte, Sarebbe carino vedere persone propositive pronte a fare qualcosa per Cercola. Non vorremo pensare che siate tutti menefreghisti, non sia mai. Eppure c’è qualcosa in questo questionario che limita chi magari vuol dire e sfogare, su mancanze che gli balenano innanzi ogni santo dì.

 What is the problem? qual’è il problema?

noi non siamo snob, ne vogliamo snobbare. Anche se la realtà in cui viviamo è una realtà  “di paese” in cui tutti ( o quasi) si conoscono, ciò non vuol dire che ci si possa basare su “dicerie” e “sentito dire…” nessun vincolo, nessuna frustata se non si è d’accordo con noi, per carità, siamo a braccia aperte da anni. Ora un po’ di più. Ma giusto per quegli stralci di sentita risonanza che noi di Cercola stiamo avendo da qualche mese a questa parte. Perciò, perchè non PROPORVI VOI STESSI? volete cambiare Cercola? Caravita? FORZA ALLORA! come spesso è accaduto nelle nostre riunioni pubbliche, si è  discusso del “questionario si, questionario no”. Il dubbio era nato poichè con ciò si richiamava ad atteggiamenti tipici della politica che si voleva evitare. Ragionando su questo, è inutile reclutare in massa come un esercito della pace, chi si interessa vien da se. Ottimo.

ED ALLORA … INTERESSATI !!!!!  E’ IL MOMENTO DI FARSI VEDERE. BASTA RESTARE NELL’OMBRA. Volete sapere perchè?

 Qualcosa si muove nei meandri del M5S Cercola. E come magma incandescente nel sottosuolo, siamo li, in attesa del “pertugio” che ci farà uscire.

Che dite, volete diventare parte di questo “MAGMA?”

Potrebbero interessarti anche...

21 Risposte

  1. Freelance ha detto:

    Quali sono le vostre proposte in materia fiscale?
    Quali sono le vostre proposte per diminuire la disoccupazione?
    Siete per un aumento degli stipendi?
    Quali sono le vostre proposte per aumentarli?
    Qual è la vostra posizione in materia di libertà economica?
    Qual è la vostra posizione in materia di diritti civili?
    Qual è la vostra posizione in materia di laicità?
    Qual è (si scrive senza apostrofo) la vostra posizione sulla Fiat?

    Uno s’impegna se sa dove sta andando, cosa sta facendo.

  2. Angelo ha detto:

    Grazie per l’attenzione, gradiremmo, se Le va, incontrarla e magari raccogliere anche il suo contributo in merito a quanto ci chiede.

  3. Francesco ha detto:

    posso dire le mie E PERSONALISSIME se le interessano:

    1- incentivi statali ad aziende per stage e assunzioni multiple; promozione della “filiera corta” e promuoverla con incentivi o simili, ergo, maggiore importanza ai piccoli imprenditori quali ad esempio salumiere, panettiere, eccetera che abbiano la produzione nel luogo di vendita e che abbiano come materia prima una di quel medesimo luogo;

    2&3- aumento degli stipendi, dipende PER CHI e come. Gli stipendi salirebbero se ci fosse meno tassazione, o se ci fossero più “premi di produzione”, gratifiche e possibilità di carriera? manca forse qualche altro elemento? chiedo per ovviare a qualche eventuale mancanza;

    4- libera concorrenza, con limitazioni per chi volesse iniziare un’attività d’impresa identica o simile a quella attuata dallo stato (ergo più imprese statali, o con partecipazione statale, premettendo una rivalutazione dell’efficacia e dell’efficienza);

    5&6-diventare paese VERAMENTE CIVILE. Sì matrimoni gay, Sì a qualsiasi cosa che possa permettere il progredire della scienza. + incentivi a cultura, (scuole, teatro cinema etc.). NESSUN INTERVENTO DELLA CHIESA NEGLI AFFARI DI STATO. NEL MODO PIU’ ASSOLUTO. Tassazione della chiesa. (a mio avviso la chiesa è una istituzione spirituale NON FISICA e quindi, via gli sfarzi e i lussi: l’amore si predica con la semplicità e la povertà);

    7- fiat? io personalmente non seguo la vicenda, ne mi interessa come stiano svendendo la nostra azienda italiana in generale: che si mantenga tutto in italia, pezzi italiani, ingegneri italiani, modello di lavoro italiano… questo, naturalmente, consequenziale ad una riduzione della tassazione, e i principi del punto 1;

  4. Freelance ha detto:

    A parole è tutto facile, ma che senso ha parlare di “libera concorrenza” se poi si prospetta una sorta di autarchia economica di stampo protoleghista e contemporaneamente nazionalista?

    La libera concorrenza non prevede incentivi statali, né tantomeno promozioni di “filiere corte” né confini territoriali come “luogo di vendita” o “italia”.

    Meno tasse implica aumento degli stipendi in base a quale legge o logica economica?
    In macroeconomia un aumento della tassazione tende a far aumentare gli stipendi nel medio termine.

    Sul diventare paese un po’ più civile siamo d’accordo.
    Ma chissà cosa ne pensano tutti gli altri grillini, in particolare quelli cattolici…

    Magari la maggioranza dei grillini cercolesi è omofoba, chissà.

    Tu spenderesti energie per un movimento omofobo?

    Io no.

    ps. lavoro tutto il giorno, ma se riuscirò, verrò a una riunione pubblica.

  5. Francesco ha detto:

    il mio commento voleva essere una gentilezza. Purtroppo e dico, purtroppo non tutti siamo a conoscenza di sistemi economici e di leggi: io sono un ragazzo di quasi 22 anni, ed ho espresso solo la mia idea di “ignorante quale sono”. Se ci sono persone , e sicuramente ci saranno, colte ed esperte in materia, si discuterà e si risolverà tutto: comunque, per la precisione, queste domande sono fuori luogo per me, ORA COME ORA. Io parlo del movimento cercola… CERCOLA. In se per se queste sono MACRODOMANDE di livello nazionale che a me interessano ben poco: non è che domani mattina noi di cercola andremo a roma e quindi dobbiamo farci un idea di queste cose. O almeno, se vi è presente qualche cosa nel “non statuto” o nel programma che possa illuminarla, ben venga, altrimenti che lo chieda direttamente a beppe ed i + “anziani” del movimento. Io un opinione ce l’ho, ripeto, quelle di una persona che “ignora”, e quella di una persona che pensa SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER IL PROPRIO PAESE. Tutto ciò che è accettato a livello nazionale ben venga, ma a mio avviso bisogna partire dal “MICRO” per arrivare al “MACRO”. Quindi non affrettiamo i tempi.

  6. Freelance ha detto:

    Francesco, ho apprezzato il tuo commento.
    Leggi il mio come un modo per dire che manca una visione di fondo del mondo (ma questo è classico di praticamente tutti i movimenti populisti) e manca un programma sul quale eventuali cittadini interessati possono impegnarsi.

    Chi vota il M5S lo fa perché stufo degli altri partiti, e basta.
    Non è poco, ma non mi sembra nemmeno un gran motivo.

    Ciao.

  7. Pasquale Fusco ha detto:

    suona strano sentire che il M5S non ha un programma su cui eventuali cittadini interessati possono impegnarsi e altrettanto strano leggere che manca una visione di fondo del mondo. Il programma è in rete, puoi leggerlo e persino commentarlo su http://www.beppegrillo.it. Il programma parla di tutto ed è paradossalmente strettamente coniugato ad una precisa visione di fondo del mondo.
    Piuttosto, se sei di Cercola proponiti, magari non con il Movimento 5 Stelle, ma non restare dietro al tuo pseudonimo e fare come i simpatici CIP e CIOP che se ne stanno sul loro albero e sputano noccioline sulla testa di chi passa.
    Chiedi ai grillini dove si schierano a proposito di questo o quel tema morale, se si è a favore o contro la droga, o l’aborto. A me, che ho deciso di aderire al Movimento 5 Stelle non sembra mi sia stato chiesto dal Signor Grillo o dal Signor Casaleggio di schierarmi a favore o contro qualcosa. Il Movimento 5 Stelle è un sistema di condivisione di idee, le idee nascono e come tali possono essere, anzi sono per forza di cose, a favore o contro qualcos’altro. La differenza è che nascono dalla gente e non vengono imposte dall’alto o da un Partito. Non è difficile capire questo. Un mondo senza rifiuti è un modo diverso di vivere il consumismo (allora sono comunista); un mondo senza corruzione è sbattere in galera i ladri (allora sono fascista di corrente Almirantiana); il mondo è fatto per essere rispettato (sono diventato ambientalista). Se sono a favore o contro l’euro, lo decido con gli altri, chiedo consiglio agli altri, ne parlo con gli altri. Ecco la visione di fondo del mondo che non è la mia visione del mondo ma una visione possibilmente condivisa e non imposta. Come affrontare il problema del lavoro? Ci sono miliardi di proposte. Domenica scorsa alla festa dell’unità di POmigliano d’Arco hanno sfilato delle bellissime modelle con abiti prodotti e lavorati a Villa Literno. Per me quello è un modo giusto di fare lavoro (allora sono del pd). Perchè schierarsi? E’ questa la visione di fondo del mondo?
    Partecipa! magari non con il Movimento 5 Stelle, ma partecipa!
    Pasquale Fusco

  8. Angelo ha detto:

    Ottimo commento Pasquale, condivido in pieno!!! Anche se hai dimenticato “hanno sfilato delle bellissime modelle” (allora sei del PDL!!!)

  9. Pasquale Fusco Silvio ha detto:

    a tutto c’è un limite 😀 fabbene comunista o bolscevico o fascista ma puttaniere berlusconiano proprio no!

  10. Freelance ha detto:

    Il programma presente sul sito di BG è temporaneo.
    Domattina i cittadini possono votare una proposta esattamente uguale e contraria, et voilà, uno si ritrova in un movimento in cui fino a ieri c’era la proposta opposta. Oggi contro la droga e a favore delle coppie omosex, domani a favore della droga e omofobi. Questo è assurdo. E può accadere proprio perché non esiste una visione di fondo articolata del mondo, della società. Il M5S è destinato presto a fallire per questo motivo, una volta terminata la spinta propulsiva antipopulista odierna.

    Io mi occupo di politica. Ma gli abiti prodotti e lavorati a Villa Literno (e le persone che li han prodotti) non sono per niente migliori o peggiori rispetto a quelli che vengono prodotti e lavorati a Milano, a Berlino o nel Ghana. Questo per me è già una sorta di razzismo, è già un modo per sentirmi lontano dal M5S.

    Buona serata.

  11. Pasquale Fusco ha detto:

    OK! NON SONO D’ACCORDO CON QUELLO CHE DICI MA FARO’ DI TUTTO PER FARTELO DIRE!

  12. fusco pasquale ha detto:

    Caro Freelance, proprio non riesco a trattenermi. Ci tieni così tanto a far sapere che ti senti lontano dal M5S che pur di farlo sapere passi molto tempo sul sito di Cercola. Evidentemente qui trovi lo spazio per esprimere, anche se sotto uno pseudonimo, la tua opinione. Qui, come su tutte le altre piattaforme dei grillini, puoi farlo tranquillamente e sarai sempre welcome. A me non piace essere etichettato per forza in qualche modo. Il bello è proprio questo. Il M5S ti offre l’opportunità di capire e di esprimerti. E’ ovvio che poi la maggioranza vince. Nelle votazioni c’è un tempo limite oltre il quale non si può interagire. Ma prima di far partire quel tempo, esiste uno spazio che riesce addirittura a sopperire al tempo. C’è internet. Più o meno una milionata di persone si esprimono su un argomento e fra una chat e l’altra nasce un’opinione. Quella opinione viene messa al voto e diventa un’idea. L’idea viene messa al voto e diventa un punto del programma politico che uno per ognuno porterà nella sede istituzionale per la quale quell’idea è stata votata. Droga, aborto, pena di morte, indulto, non sono opinioni di partito ma la risultante della cultura e della formazione personale di ognuno di noi. Posso essere contro o a favore di qualcosa ma non impongo la mia idea; la condivido e creo la condizione affinché la mia idea non vada in contrasto con quella di un altro, nel pieno rispetto della laicità della politica. A me sembra che Il M5S non ha opinioni, Come hai detto tu! Il bello del blog di BG è PROPRIO QUELLO!: domattina la gente potrebbe votare una proposta esattamente contraria a quella del giorno prima. Fino a quando quella proposta non diventa un’idea, si continuerà a parlare. Con la differenza che a farlo non sono solo gli iscritti al partito o i residenti in Italia, ma più o meno una milionata di persone nel mondo. Non trovi che sia una genialata? Io si! Sul razzismo ti chiederei di mettermi in condizione di capire meglio: chi è il razzista? la multinazionale che fa capo a milano e che sfrutta la manodopera minorile e/o quella a basso costo asiatica ed africana o gli immigrati africani che invece a Villa Literno si stanno dando da fare per essere cittadini a tutti gli effetti? Alla fine, male che va, hai ragione tu, Pasquale Fusco

  13. Freelance ha detto:

    Ciò che per te è “il bello” per me è “un orrore”.
    Io spendo le mie energie per un movimento/progetto/partito/quelcheè magari perché voglio che, dico per dire, la pena di morte diventi solo un brutto ricordo della Storia, e invece gli altri cittadini aderenti al movimento votano – certo, a maggioranza; certo, dopo infinite ore di discussione – per la pena di morte per chi stupra.
    La sola possibilità che ciò possa avvenire mi fa rabbrividire.
    Non vorrei mai contribuire a creare mostri, “sonni della ragione”.

    Sulla genialata, le discussioni e le votazioni su Internet, mi si permetterà, non le hanno inventate né beppe grillo né i grillini.

    Per quanto riguarda il razzismo, sta nel voler dare maggiore importanza a chi è a noi geograficamente vicino, come Villa Literno, piuttosto che un po’ (quanto?) più lontano, che siano i milanesi o i cinesi.

    I movimenti politici che facevano distinzioni basate sul territorio geografico sono sempre stati movimenti poco pacifisti perché creano distinzioni tra chi è nel territorio (“noi”) e gli altri (“loro”, “i barbari”, ecc.).

    Ciao.

  14. Angelo ha detto:

    Freelance,

    chiunque decida qualunque cosa è meglio di chiunque altro non decida o rabbrividisca per le decisioni (democratiche o non) che gli altri hanno preso (anche al posto suo).
    Purtroppo (o per fortuna dipende da come la si vede…) non partecipare è l’unico errore che non ci va più di fare…

    La pena di morte non è solo quella tradizionale…
    Uno Stato come il nostro dove si mette in condizione un padre/madre di famiglia (un monoreddito e per esempio dipendente di una Alcoa, Fiat, Omsa e tutte le altre aziende che di punto in bianco “ristrutturano”) di dover decidere se andare rubare (sempre ammesso che ne sia capace) o suicidarsi per troppa dignità (che tanti politici dei nostri giorni non sanno neppure dove stia di casa) che poi mi viene a parlare della condizione dei carcerati (spesso alla cosa si unisce pure la Chiesa), beh ispira parecchia rabbia.

    Molti dei nostri diritti vengono violati ogni giorno da chi dovrebbe tutelarli, ma nessuno alza un dito… e mi vieni a parlare di massimi sistemi?

    Purtroppo, e la Grecia ne è un esempio, se non si inverte la rotta, rischiamo la deriva verso movimenti estremi… o si capisce in tempo o il sonno della ragione non tarderà ad arrivare… (la storia come dici Tu insegna)

    Come diceva Francesco noi siamo di Cercola, cerchiamo delle soluzioni al nostro microcosmo che possano essere prima di tutto di buon senso e cerchiamo di non fare errori fatti da altri. Con questo non intendo dare una connotazione di carattere territoriale alla cosa, ma non è possibile al momento ragionare in ambiti più grandi del nostro comune (magari se il futuro ci vedrà protagonisti ne potremo riparlare)

    Ti invito comunque come già fatto a venire a qualche nostra riunione…

    A presto

  15. pasquale fusco ha detto:

    Ringrazio Angelo ed i ragazzi di Cercola per l’opportunità che mi offrono su questo sito di discutere e confrontarmi. Ovviamente sollevo Angelo e gli Amministratori di questo sito da ogni responsabilità per le cose che scrivo (ma questo è una pura formalità visto che firmo i miei interventi rendendomi facilmente rintracciabile).
    E’ difficile seguire il discorso. E’ come giocare a scopa con le regole del ramino!
    Che i grillini ti stiano sulle scatole, carissimo Freelance, è chiaro; ma questo non deve crearti uno stato d’animo che sfiora la fobia. Offendi la mia intelligenza ed il normale buon senso. Sei di quelli che non escono di casa per paura che qualcosa di brutto possa succedere! Un po come Robertino nel film di Massimo Troisi…Ora vuoi farmi credere che per colpa di Grillo prima o poi la gente voterà per la pena di morte e contro gli omosessuali? Ma per piacere! Parti dal presupposto che la società è fatta di mostri stupratori e guerrafondai. Ma non essere ridicolo! Internet non l’ha inventato Grillo ma l’ha saputo usare. I romani, per collegare il mondo costruivano strade, i Vichinghi invece navi capaci di solcare i mari e navigare i fiumi interni; i mongoli di Gengis Kan usavano i cavalli. Per un motivo o per un altro, l’uomo ha sentito il bisogno di connettersi. L’uomo è un animale sociale! Se neghi questo allora è inutile continuare a parlare.
    Riesci ad associare la parola Villa Literno a qualcosa che vada oltre il toponimo geografico? Non pretendo tu ci riesca ma almeno provaci.

    A conferma che fra i Grillini c’è discussione e confronto dico ad Angelo:
    1) sono dell’idea che non si deve decontestualizzare il microcosmo Cercola dalla macroarea Campania e dal Sistema Italia. Lo hanno già fatto con il feudalesimo e la cosa non funzionò (la storia insegna).
    2) quando invece dovrebbe essere il momento di ragionale in ambiti più grandi del nostro comune?
    3) non so se il futuro ci vedrà protagonisti, il presente sicuramente ci vede tali, questo sito ne è la prova.

  16. sergio c. ha detto:

    Egregio Mister “x” alias Freelance,
    Dopo la lettura dei suoi commenti, ho maturato l’idea che lei voglia fare solo chiacchiericcio, prefigurandosi
    Il solo scopo insinuatorio e dissuasorio. Proverò, con opposti scopi, a spiegare cos’è il m5s.
    Disse J. F. Kennedy: Non chiederti cosa lo stato può fare per te, chiediti cosa tu puoi fare per lo stato.
    Possiamo, ciascuno di noi, mettere a disposizione della collettività la nostra intelligenza e farla interagire con quella di migliaia e migliaia di altre persone così da sviluppare progetti comuni, finalizzati esclusivamente al benessere pubblico ed alla costruzione di una società democraticamente evoluta.
    Lei, ritiene che coloro che voteranno il m5s esprimeranno solo un voto di protesta. Niente di più sbagliato.
    Il voto di protesta sarà il voto degli astenuti. I milioni di italiani che voteranno il m5s lo faranno con l’estrema consapevolezza di dare vita ad un movimento di cittadini che parteciperà attivamente e direttamente alla elaborazione del programma politico della loro città e della loro nazione, fuori da ogni logica partitica, abolendo Il paradigma del leader, del presidente, del segretario, del tesoriere, delle sezioni, delle tessere e ripudiando i finanziamenti pubblici. Per quanto sopra,intercetterà le esigenze dei cittadini ormai disgustati dalle solite “minestre riscaldate”.
    Non le provoca disgusto vedere che un mondo (di cui lei fa parte) che dovrebbe essere portatore dei valori più alti si dimostri un concentrato di aspetti fra i più riprovevoli come slealtà, illegalità, disonestà e falso?
    Le pare ancora poco per votare il m5s?
    Voglia scusarmi per i voli pindarici cui sono costretto per ribadire punto su punto, ma, voglio tornare sull’argomento “visione del mondo”.
    Sarà anche vero che noi non abbiamo una visione di fondo del mondo, sarà perché non siamo tuttologi, ma la sua è una visione piuttosto compressa della filiera corta e della libera concorrenza: Io sostengo e concepisco l’evoluzione delle filiere, dei consorzi e dei distretti produttivi come formazioni in grado di coniugare i vantaggi in termini di flessibilità produttiva e come necessità di difenderci, più che contrapporci ad una competizione globale che rischia di seppellirci.
    Il solo modo di resistere alla globalizzazione (meglio dire ai globalizzatori) è quello di incardinare il concetto di protoautonomismo all’interno della teoria del “non lavorare per produrre” ma “produrre per competere”.
    Chiaro? Con questi criteri nient’affatto razzisti o nazionalisti si può anche difendere il made in Italy da colossi come Cina, India, Brasile e Giappone etc..
    La esorto ad essere intellettualmente più onesto; di non mistificare e di non strumentalizzare ogni frase scritta.
    Mi riferisco a Francesco quando scrive: “Gli stipendi salirebbero se ci fosse meno tassazione”.Voleva semplicemente asserire: Se si riducesse il cuneo fiscale il potere di acquisto dei salari aumenterebbe.(Se la sente di contestare anche ora?)E ancora: Chi ha parlato di omofobia?
    Lei proprio perché si occupa di politica, ha un approccio ideologico con la realtà, e questo la porta ad avere una visione distorta dei problemi reali. Vuole un esempio?
    Vada in una piazza gremita di lavoratori precari, sottopagati e strangolati da questo stato vessatorio e provi a spiegare loro e a fargli accettare il concetto(da lei esposto) che in macroeconomia un aumento della tassazione tende a far aumentare gli stipendi nel medio termine. Secondo me non ne uscirebbe vivo. Ecco perché è Ideologizzato. Lei ha accettato la logica dei vecchi partiti e vorrebbe ancora in modo sibillino infiltrare i suoi concetti di retorica e demagogia per spacciarli, poi, per concetti cristallini.
    Per ultimo, le scrivo un aneddoto che, per me, vale molto di più di tutti i suoi commenti:
    Un antropologo propose un gioco ad alcuni bambini di una tribù africana. Mise un cesto di frutta vicino ad un albero e disse ai bambini che chi sarebbe arrivato prima avrebbe vinto tutta la frutta. Quando gli fu dato il segnale per partire,…tutti i bambini si presero per mano e si misero a correre insieme, dopodiché, una volta preso il cesto, si sedettero e si godettero insieme il premio. Quando fu chiesto ai bambini perché avessero voluto correre insieme, visto che uno solo avrebbe potuto prendersi tutta la frutta, risposero “ UBUNTU”, come potrebbe uno essere felice se tutti gli altri sono tristi? “Ubuntu” nella cultura africana sub-sahariana vuol dire “Io sono perché noi siamo”.
    Questo è il movimento5stelle egregio Mister “X”.

  17. LadyD ha detto:

    Caro Sergio, il tuo commento non poteva essere più esaustivo, ben circostanziato e brillante. E’ fin troppo evidente l’intento caustico e provocatorio del fantomatico Freelance. Con i classici temi – disoccupazione, stipendi, laicità, Fiat- dal contenuto fortemente ideologico e di valenza generale, sparati lì come slogan propri della sinistra che fu, dimostra di esssere una di quelle figure che si sono spese per tanti anni nella cosiddetta “politica di professione” saccente e presuntuosa, di cui non riconosce, pur essendo così evidenti, gli esiti così fallimentari. E’ la tipica posizione di chi, invidioso del consenso popolare e del successo on-line riscosso da B.G., vuole solo demolire. Ce ne sono tante di queste figure in giro. Ma è tutto inutile. Il Movimento ha raggiunto ormai il “punto di non ritorno” e il Sig. Freelance è molto lontano dalla realtà, neanche immagina il gran botto di maggio!!! Invece di stagnarsi su obsolete posizioni, provi ad aprire la mente verso istanze correnti, pratiche, territoriali.

  18. giorgio angrisani ha detto:

    OH Mister x, freelance o Ezechiele lupo, hai visto il Grillo a nuoto fino in Sicilia? Immagino che la cosa non abbia avuto la tua approvazione e se devo essere sincero anche io di primo acchitto ho pensato ad una grossa cazz…Però riflettendoci cercavo di immaginare i nostri politicanti che dovendosi recare in terra sicula avrebbero pensato all’aereo, al corteo di auto con scorta, al treno riservato solo a loro, ma a nuoto…..a nuoto mai e poi mai!!!!Questo a dimostrazione che se si vuole arrivare da qualche parte la volontà e la bontà delle idee possono essere il motore che spinge verso cose che a molti possono sembrare impossibili. Il M5S è anche questo. Domenica saremo nella lottizzazione Carafa con il gazebo…potrebbe essere un occasione per incontrarci. Saluti

  19. Freelance ha detto:

    A giudicare il tono generale delle risposte, a parte alcune di esse, credo sia opportuno evitare di rispondere e lasciare gli autori delle stesse alle loro auliche conclusioni sulla mia persona.

    Saluti.

  20. pASQUALE fUSCO ha detto:

    Beh?! In fondo era quello che volevi no? Ora sarai appagato. Ciao Freelance!
    Condoglianze per la perdita dei tuoi cari partiti! 😀 CI VEDIAMO IN PARLAMENTO! INTANTO LA SICILIA STA PER ESSERE LIBERATA!

  21. giorgio ha detto:

    Che personaggio…..Stammi bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *